Le vibrazioni

Grazie alle vibrazioni emesse, la pedana permette di sperimentare i suoni e, di conseguenza, favorisce una maggiore conoscenza del proprio corpo.

La Luminosità

La luce e i colori rendono l’esperienza sensoriale completa, la riproduzione degli elementi della natura è arricchita da note cromatiche.

Il Legno

La pedana sensoriale è realizzata in legno multistrato, trattata con tinte atossiche. Il legno rimanda al rapporto ancenstrale uomo-natura.

Sensazioni uniche

La pedana sensoriale ha molteplici funzioni, favorisce e integra la “memoria muscolare” ed è un valido strumento per definire percorsi di apprendimento o di riabilitazione. Tra gli utilizzi possibili figurano:

Musicoterapia
Danzaterapia
Ascolto corporeo
Logopedia
Massaggio sonoro
Sviluppo psico-motorio

Sentirsi in pace con il mondo

Gli utilizzi della pedana sensoriale non si limitano all’ambito terapeutico, è ideale per corsi di yoga e pilates, in quanto favorisce il rilassamento e la concentrazione.

La tua pedana su misura

Personalizza la tua pedana sensoriale in base alle tue esigenze e ai tuoi gusti. Scegli tra una vasta gamma di forme e colori.

  • DIMENSIONI
    120 x 180 x 15 cm
    Personalizzate su richiesta.

  • CONNESSIONI
    Morsetti a vite

  • LUCI
    LED RGB multicolore con telecomando scelta colore

  • COLORI
    Pino/Larice
    Personalizzazione su richiesta

Paola Donato

Docente LIS ed educatrice sorda

“La prima volta che sentì la pedana sensoriale attraverso la musica nel corpo, mi sono sentita totalmente viva; una vera musica accompagnata in maniera dettagliata e completa. Mi ha fatto veramente sognare e oltretutto protagonisti a credere in se stessi. Noi sordi possiamo fare tutto. Nulla è impossibile.”





Manuel Tocchini

Campione di Karate, educatore sordo e cordinatore corsi Lis

“Sono state molte le sensazioni percepite con la pedana sensoriale. Sia nel campo della musica che in quello sportivo mi hanno accolto e accompagnato in quella direzione dove si rifugia la semplicità dell’essere. Perchè sono convinto che tutti noi, conserviamo, magari nascosto, rimosso, un bisogno di sublime, sogno, poesia, fede, mistero. Và oltre ciò che insegna il relativismo culturale. La pedana sensoriale ha innescato, attraverso il senso del tatto, dentro me, incoraggiandomi a salpare le ancore della fiducia e della completezza”





Io ci sono, io esisto perché mi sento.

“Io ci sono, io esisto perché mi sento”

L’utilizzo della pedana è parte integrante dei percorsi di Musicoterapia e di Neuropsicomotricità. Tale ausilio permette Il lavoro sulla consapevolezza corporea grazie all’ascolto del mondo interno. Le vibrazioni che la pedana trasmette determinano una stimolazione propriocettiva che permette al bambino di scoprire la sua identità emotiva, corporea e musicale. I bambini con difficoltà sensoriali, emotive, percettive e motorie hanno una concezione di entità viva e vitale connessa al proprio caregiver. Con l’utilizzo della pedana il bambino ha dei momenti in cui “io ci sono, io esisto perché mi sento”. Le vibrazioni della pedana donano inoltre un importante senso di rilassamento che incide nei vari aspetti del bambino sia dal punto di vista fisico che emotivo. Nella nostra esperienza abbiamo notato di come cambia il modo di respirare determinato dal rilassamento causato dalle vibrazioni. Questa apertura è visibile anche a livello corporeo, soprattutto nel viso del bambino determinando una sensazione di sollievo e di liberazione. Questa sensazione di benessere psicofisico è necessaria in ogni persona ma soprattutto in chi ha una limitata padronanza di sé, del proprio corpo e delle proprie emozioni.
Dott.ssa Caresia Joyce, Musicoterapista (Associazione Onlus “il Sogno” , Castelnuovo G.na, Lucca)
Dott.ssa Martinelli Sara, TNPEE IKT (Associazione Onlus “il Sogno” , Castelnuovo G.na, Lucca)
Dott.ssa Pedreschi Marta, Psicoterapeuta (Associazione Onlus “il Sogno” , Castelnuovo G.na, Lucca)





La Pedana sensoriale nell’educazione del soggetto non udente

“La Pedana sensoriale nell’educazione del soggetto non udente”

La pedana sensoriale si è rivelata uno strumento davvero prezioso nel processo educativo e di crescita del bambino sordo.

Il suono è vibrazione per definizione, ma nel bambino audioleso la maggior parte di queste vibrazioni non è percepita se non attraverso il senso del tatto. Questa pedana permette quindi al bambino che presenta sordità di toccare letteralmente i suoni, ogni tipo di suono o rumore e di provare sensazioni, emozioni, associarle a ricordi, riconoscere situazioni, eventi naturali, persone e voci. La pedana permette di conoscere, esplorare e approfondire da un punto di vista diverso molti campi: 1- la musica (e il movimento) 2- la parola e il linguaggio (e la relazione) 3- la natura

MUSICA La pedana permette all’audioleso di sentire i suoni in relazione alla loro intensità, durata, timbro e qualità entrando a contatto con i parametri musicali che diversamente sarebbero in gran parte estranei al suo mondo. In quest’ottica la pedana viene utilizzata per ascoltare la musica con il corpo e scoprire se è ritmata, dolce, delicata o energica, scoppiettante avvertendone l’intensità e il carattere; se è eseguita da uno strumento o da una voce o da più musicisti percependo poche numerose vibrazioni; se i suoni sono lunghi, tenuti o puntati e separati da pause sentendo per quanto tempo e in che modo si protrae l’onda vibratoria; se ci sono crescendi o diminuendi, sezioni omoritmiche o canoni con voci che si rincorrono. E’ esercizio di attenzione complesso, che va a stimolare molto la concentrazione, quello che chiede al soggetto di avvertire le differenze timbriche di alcuni strumenti per riconoscerli. Riconoscere l’andamento e alcune caratteristiche del brano musicale permette a più soggetti presenti sulla pedana di danzare o fare movimenti corali simultanei e creare semplici coreografie. La pedana permette di avvertire anche differenze nella qualità dell’onda sonora rispetto a frequenze acute o gravi, a suoni che modulano o che restano ad intonazione fissa (è avvertito lo spostamento dell’onda sonora sulla superficie della pelle a contatto con la pedana) pertanto facilita l’intonazione della voce.

PAROLA E LINGUAGGIO

La pedana permette di “toccare” l’emissione vocale propria o di un soggetto esterno che stia utilizzando un microfono collegato alla stessa. Questo da’ la possibilità di correggere e auto correggersi nell’atto fonatorio: l’emissione dei suoni vocalici o delle consonanti può essere perfezionata toccando e comparando fonazioni eseguite in modi differenti, la qualità della voce può essere migliorata perché è facilitata l’autoconsapevolezza della propria emissione (voce nasalizzata, sfiatata, trattenuta, ecc.). La già citata possibilità di avvertire lo spostamento della vibrazione quando la frequenza è più o meno acuta o grave è molto utile nello stabilizzare la voce altalenante o al contrario per modulare una voce troppo statica nel parlato. Un’altra piacevole scoperta e grande conquista permessa dall’utilizzo della pedana è il riconoscimento dei fonemi attraverso il tatto e non solo la lettura labiale: il suono sordo e quello sonoro sono caratterizzati dalla presenza (sonoro) o assenza (sordo) della vibrazione della voce, nel caso del suono sordo la vibrazione è data dal ‘rumore’ del fiato e di come viene prodotto ( labiale, dentale ecc.), il fonema più facile da riconoscere al tatto è la ‘R’ poiché c’è un’oscillazione ‘tamburellata’ dell’aria inconfondibile. Una grande risorsa derivante dalla percezione dei parametri musicali è il riconoscimento della pausa unita alla durata dell’emissione della voce: questi due fattori collegati permettono di dare unità e musicalità alla parola (evitando la sillabazione marcata e allungando la sillaba accentata) e alla frase (evitando pause che spezzano il senso della frase per una comprensione migliore). Pertanto è uno strumento molto utile per affinare l’educazione al ritmo della parola seguendo gli accenti e al ritmo frastico.

NATURA

Attraverso i suoni riprodotti dalla pedana è possibile far sperimentare al soggetto non udente numerose vibrazioni dell’ambiente o di fenomeni naturali: lo scoppiettare del fuoco, il fruscio del venticello leggero o del rombo del vento o di un temporale, il fragore del tuono, lo scroscio della pioggia più o meno intensa, il boato del terremoto il frastuono di un’esplosione, questo permette di aiutare il soggetto a riconoscere nell’esperienza quotidiana alcune situazioni nella speranza che possa poi reagire in modo più adeguato e limitare lo spaesamento per non capire cosa sta accadendo. Altri rumori quotidiani possono essere amplificati dalla pedana e diventare patrimonio personale come l’arrivo del treno, della metropolitana, dell’aereo. Anche i versi degli animali posso essere avvertiti tramite la pedana sensoriale, dal ruggito del leone a miagolio del gatto, dal muggito della mucca al gracidare della rana e così via. Concludendo, la pedana è un dispositivo molto valido per permettere al soggetto di compensare là dove è in difficoltà, sfruttando al meglio le altre potenzialità che ha, per accrescere il proprio bagaglio culturale ed esperienziale e affrontare meglio la vita di ogni giorno.

Sara Fornaciari Musicoterapeuta, cantante e insegnante di canto e vocalità





News

La Pedana Sensoriale in L.I.S.

La Pedana Sensoriale tradotta in L.I.S. La Pedana Sensoriale al Museo del Cinema di Torino rende accessibili gli eventi ai sordi.

Read more
La Pedana Sensoriale fa rivivere emozioni e sensazioni dimenticate.

La Pedana Sensoriale fa rivivere emozioni e sensazioni dimenticate. Una nuova “Alba Chiara” per Alessandro Moretti

Read more
La Pedana Sensoriale incontra il Karatè

Manuel Tocchini Morotti atleta sordo ha costruito il suo KATA’ grazie alla musica percepita dalla Pedana Sensoriale

Read more
TU SI QUE VALES
TU SI QUE VALES

La pedana sensoriale a Tu Si Que Vales programma televisivo in onda su Canale5. Paola Donato, Manuel Tocchini, Nicola Della Maggiora interpreti della canzone “Fatti avanti amore” di Nek. Clicca qui per vedere il video completo della puntata

Read more
Provincia di Lucca

Pedana Sensoriale ad “Andare oltre si può” nell’evento “COMUNICHIAMO” a palazzo DUCALE alla Provincia di LUCCA.

Read more
Lucca Summer Festival

Pedana Sensoriale al Lucca Summer Festival: Serata dei talenti Lucchesi.

Read more
Ascolto Corporeo

La pedana sensoriale tra musica, movimento e ascolto corporeo.

Read more
Guarda tutte le news

Partners

magic-music